Tag archive

Politiche europee

Monte Gourougou: il purgatorio al di là della rete

Monte Gourougou: il purgatorio al di là della rete

A Melilla, enclave spagnola in territorio marocchino, la linea dell’orizzonte è segata da una tripla rete metallica. Una misura di sicurezza, la chiamano gli entusiasti delle politiche di controllo migratorio europeo; un “cattivo esempio” che anche gli altri Paesi vorrebbero seguire, quotidianamente impegnati a contrastare gli assidui flussi di gente diretta verso “terra sicura”. I tentativi di superare questo imponente muro di proibizione sono all’ordine del giorno. I pochi fortunati che ci riescono, se presi…

referendum-ungheria

Il referendum ungherese sulle quote dei rifugiati

Margaret Thatcher, riferendosi a Clement Attlee, una volta osservò che «il referendum è uno strumento di dittatori e demagoghi». Anche nell’Europa centrale e orientale, negli ultimi decenni, si sono prodotti una serie di plebisciti, e il referendum ungherese del 2 ottobre non è un’eccezione. Domani agli elettori si chiederà di rispondere “sì” o “no” alla seguente questione: «Vuoi permettere all’Unione Europea di imporre l’arrivo di cittadini non ungheresi senza l’approvazione del Parlamento?». La domanda fa…

/nas/content/live/swergroup/wp content/blogs.dir/17/files/2015/03/Schermata 2015 12 28 alle 02.39.04

Niente su di noi, senza di noi. Chi parla per i rom a Torino?

Domani e dopodomani (19 e 20 marzo 2015) si terrà presso il Campus Luigi Einaudi dell’Università degli Studi di Torino il workshop “Per l’inclusione abitativa dei rom e sinti. Pratiche e strumenti tra ricerca e policy”. L’evento è finanziato dall’European Academic Network for Romani Studies (EANRS), un’iniziativa congiunta del Consiglio d’Europa e dell’Unione Europea, che consiste in una rete di ricercatori internazionali creata per promuovere la cooperazione tra università, responsabili politici e altri attori (terzo settore…

DCF 1.0

Biocarburanti: cosa c’è davvero nel serbatoio?

Proprio l’altro giorno a Strasburgo il Parlamento Europeo ha discusso sulla proposta della Commissione di rivedere le percentuali previste nelle due direttive sui biocarburanti; la proposta era di passare da un 10% di carburanti generati da fonti rinnovabili , generalmente biocarburanti, ad un 5% che permettesse quindi di dare più respiro ad un settore agricolo ormai completamente sballato dalla domanda sempre crescente di colza, soia e olio da palma. Dato interessante per una analisi approfondita…

Strategie Nazionali per l’inclusione dei Rom. La lezione catalana all’Europa

L’approvazione di ‘Strategie Nazionali per l’Integrazione dei Rom’ da parte di tutti gli stati membri dell’Unione Europea avvenuta tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 ha rappresentato – secondo molti – una tappa fondamentale nel processo di creazione di una politica comune in grado di mettere fine all’esclusione della (cosiddetta) ‘più grande minoranza etnica d’Europa’. La decisione della Commissione Europea adottare un quadro strategico comune si basa innanzitutto sull’incapacità dimostrata finora dai governi europei di…

Field_of_sunflowers

L’Unione Europea vuole limitare l’uso di biocarburanti

L’Unione Europea tenta di porre un limite sull’uso di bio-carburanti ricavati da prodotti agricoli, dato il crescente timore che essi siano più dannosi per il clima rispetto a quanto inizialmente preventivato e rappresentino un pericolo per la produzioni di beni alimentari. Riportiamo di seguito la bozza della proposta di legge vista da Reuters. Gli articoli di questa bozza, che dovranno essere approvati da governi e legislatori dell’Unione Europea, rappresentano un grande cambiamento di rotta rispetto…

Torna SU