Category archive

Sguardi

Le fotografie nascoste della Cambogia

Hidden Photos è il primo film di Davide Grotta, un giovane regista siciliano che ha vissuto a lungo in Cambogia, dove ha deciso di seguire la storia di Kim Hak. Hak è un giovane fotografo che ama riflettere sulla storia del suo Paese e sull’immaginario che essa produce ancora oggi. Il suo desiderio di costruire un immaginario collettivo che superi il cliché iconografico legato all’Angkor Wat o alla violenza dei khmer rossi l’ha spinto a intraprendere il progetto “Alive”, con cui ha ha esplorato il suo universo familiare ricorrendo…

Monte Gourougou: il purgatorio al di là della rete

A Melilla, enclave spagnola in territorio marocchino, la linea dell’orizzonte è segata da una tripla rete metallica. Una misura di sicurezza, la chiamano gli entusiasti delle politiche di controllo migratorio europeo; un “cattivo esempio” che anche gli altri Paesi vorrebbero seguire, quotidianamente impegnati a contrastare gli assidui flussi di gente diretta verso “terra sicura”. I tentativi di superare questo imponente muro di proibizione sono all’ordine del giorno. I pochi fortunati che ci riescono, se presi…

Memorie dal sottosuolo. I rifugiati nei bunker di Ginevra

Durante la guerra fredda, la Svizzera costruì migliaia di bunker sotterranei per proteggere la propria popolazione da un eventuale attacco nucleare. Attualmente, alcuni vengono utilizzati per le esercitazioni militari, molti altri sono rimasti in disuso. Negli anni ‘90 un certo numero di sotterranei vennero utilizzati per ospitare le persone che fuggivano dalla guerra nei Balcani, in una situazione di emergenza temporanea. Ma in anni recenti l’uso dei bunker per accogliere richiedenti asilo è diventata una pratica abituale.…

Becky è morta

«Riposa in pace, Becky. Sarai sempre nel mio cuore», diceva una pagina Facebook un paio di mesi fa. Mi capita spesso di ricevere messaggi, SMS e chiamate da parte delle donne migranti che ho intervistato come antropologa durante la mia ricerca sulla migrazione e sul traffico di esseri umani dalla Nigeria e dalla Thailandia verso l’Europa. Ricevo un po’ di tutto da loro: dagli itinerari di viaggio alle domande sulle rotte migliori per raggiungere l’Europa,…

Voci dal silenzio. La detenzione dei rifugiati in mare aperto

Manus Island è una piccola isola nell’arcipelago della Papua Nuova Guinea dove sono detenuti circa un migliaio di richiedenti asilo giunti in Australia. Trasferiti nel centro di detenzione dell’isola, vivono nascosti e tagliati fuori dal mondo. Nessuno di loro metterà più piede in Australia, neanche dopo la chiusura del centro annunciata due mesi fa. Visitatori e giornalisti sono praticamente banditi dall’isola e così delle storie di queste persone non si sa quasi niente. Eccezion fatta…

Ritratti della Memoria. Esilio e memoria del popolo Saharawi

Si può descrivere la vita di una bambina che, nata in un campo di rifugiati, sta per diventare donna? Suo padre ci è riuscito. Così come qualcuno è riuscito a far crescere dei pomodori nella terra arida o a costruirsi una casa, sperando di abbandonarla al più presto. Deserto del Sahara, sud-ovest dell’Algeria, uno dei luoghi più ostili della terra. Da quarant’anni centomila persone aspettano di fare ritorno nella loro terra, il Sahara Occidentale, l’ultima…

«Come se fossimo extra-terrestri». Storie di rom nell’Italia di oggi

I rom sono capaci di pagarsi un affitto, di vivere in un appartamento e non sono portati culturalmente a vivere come dei senza tetto. A quanto pare gli italiani hanno ancora bisogno che qualcuno si prenda la briga di raccontargli queste cose. I ricercatori lo fanno da tempo e ora ci si son messi pure i registi. In un altro paese un film come “Fuori Campo” ci lascerebbe indifferenti. Usciremmo dal cinema nel freddo, ci fermeremmo…

Il prisma sul terremoto dell’Aquila

Lavinia Tribiani e Zsuzsa Bakonyi sono due giovani fotografe e artiste europee, e tante altre cose. Nell’estate 2013 iniziarono a lavorare assieme a un progetto fotografico sull’Aquila con l’obiettivo di sfidare la memoria a breve termine dei mass-media italiani e raccontare la città disastrata dal sisma durante la notte del 6 aprile 2009. Arrivarono all’Aquila per posare lo sguardo sui destini dimenticati dei suoi abitanti, le loro speranze, la loro quotidianità. Volevano farlo senza cadere nel cliché.…

“The End of Communism”. Un documentario di Rajini Poselli

Rajini è una giovane studiosa di Cinema, di origine indiana, ma cresciuta e formatasi in Italia, presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2012 Rajini ha trascorso un anno in Romania, nel contesto di un progetto di Servizio Voluntario Europeo, durante il quale ha prodotto un video-documentario sul comunismo in Romania. My Name is Rajini, I’m from Italy, I’m 27 years old, and I am from India. I went to Romania to study Communism. The question…

Siamo qui! Una docu-fiction sul ricongiungimento familiare

Milano è la provincia italiana maggiormente interessata dal fenomeno del ricongiungimento famigliare, con il 10% dei cittadini stranieri residenti con permessi per motivi familiari in Italia (dati ISTAT 2011). Delle circa 2.500 richieste accolte dalla prefettura del Comune di Milano durante l’ultimo semestre del 2013, quasi la metà riguarda minorenni, il 70% dei quali in età di obbligo scolastico. Osservare il fenomeno migratorio attraverso il ricongiungimento familiare ci permette di entrare nell’intimità di quelle persone che…

Quello che non sapevo di Cuba. Una voce dal popolo che vive la rivoluzione

“La storia la scrivono i vincitori, e questo si sa, quello che non si sa è che scrivono solo la metà della storia. E se fossero anche le vincitrici a raccontarla? Semplicemente sapremmo veramente cosa è accaduto. E sapremmo che le armi sono senza dubbio la parte più infima della rivoluzione, certo non la sua essenza. L’essenza della rivoluzione ha un’anima femminile, discreta e clandestina, eppure combattiva ed integra a tal punto da lottare solo…

Primo maggio, 55 giorni dopo. Un dibattito per immagini

In occasione della festa dei Lavoratori, celebrata il primo Maggio, con la redazione di WOTS Magazine abbiamo deciso di riflettere sul valore attuale di questa ricorrrenza. Lo abbiamo voluto fare innnanzitutto attraverso le immagini. Approfittando del fatto di trovarci in paesi diversi: Francia, Spagna, Senegal, Ruanda e Messico, abbiamo provato ad offrire attraverso la fotografia una rappresentazione delle peculiarità della manifestazione in questi territori. L’idea è che le immagini ci possano aiutare a riflettere sull’attuale condizione dei…

Torna SU