Category archive

Comunità internazionale - page 3

Relazioni internazionali e dinamiche geopolitiche contemporanee, senza eurocentrismo né etnocentrismo

C’è aria di crisi nel Golfo

La crisi diplomatica che ha investito il Golfo nei mesi scorsi ha riscosso poca attenzione da parte dei media occidentali. In breve. In data 5 marzo 2014 l’Arabia Saudita annunciò il ritiro ufficiale del suo ambasciatore dal Qatar, seguita da Bahrain ed Emirati Arabi. Tale decisione fu presa in seguito alla mancata ratifica da parte di …

Bosnia: le piazze che vogliono cambiare il paese

Nel corso delle ultime due settimane, per la prima volta dopo le devastanti guerre degli anni ’90 in ex-Jugoslavia, la Bosnia-Erzegovina è tornata sotto l’occhio dei riflettori, nuovamente come un paese in fiamme. Ai fini di comprendere a fondo le radici di quella che qualcuno chiama già, forse avventatamente, “primavera bosniaca”, è necessario fare ordine tra …

La Revolución Ciudadana dell’Ecuador

La Rivoluzione Cittadina è un progetto partorito da una coalizione di movimenti politici e sociali capitanati da Rafael Correa e dal suo movimento Alleanza Paese che cerca di implementare l’idea del socialismo del XXI secolo, teorizzato da Heinz Dieterich Steffan, in Ecuador. Rafael Correa nel 2012 ha conseguito la seconda vittoria elettorale ottenendo un altro …

La tenacia di un presidente con la mano sporca di petrolio

L’arrivo dei conquistadores spagnoli nel “Nuovo Mondo” ha creato uno spartiacque temporale per le popolazioni indigene che abitavano il Continente. Oggi, come allora, dopo l’apparizione nel 2007 di Rafael Correa sulla scena politica dell’Ecuador, si è costretti a parlare di un prima e di un dopo. I cambiamenti introdotti dal giovane presidente socialista hanno inciso …

In Kuwait è nuovamente tempo di elezioni

Vi lasciai pochi mesi fa con l’ennesima elezione del Majlis al Umma del Kuwait, sperando che, nonostante la schiacciante vittoria dei movimenti estremisti e conservatori, il Paese avesse finalmente trovato il suo equilibrio. Come già scrissi nel precedente articolo riguardante le elezioni, l’opposizione si schierò contro la decisione presa dall’Emiro di ridurre il numero di …

Gezi Park, una rivoluzione che ci interessa da vicino

Non capita spesso di vedere quello che ho visto in questi giorni, in particolare 15 minuti fa. La rivoluzione più pacifica che abbia mai visto, per la quale basta stare in un parco, ballando, cantando e parlando dei problemi reali. Oggi al Gezi Park è stato incredibile vedere persone di tutte le età ed estrazioni …

Le elezioni in Kenya: pacifismo, passato e la voglia di non sentirsi giudicati

Il 9 marzo Odinga convoca una drammatica conferenza stampa nella quale dichiara che nel governo kenyota è in atto una congiura per destituirlo. Quattro giorni dopo Odinga viene deposto dalla carica di vicepresidente del partito al governo, il KANU. Un mese dopo Odinga convoca una nuova conferenza stampa in cui dichiara di uscire dal KANU …

Genocide Memorial Week: in Ruanda inizia una settimana di commemorazione

Alla mezzanotte di ieri Kigali è piombata nel silenzio, il volume di televisioni e radio è stato considerevolmente ridotto e molti luoghi di intrattenimento hanno abbassato le saracinesche. Questo silenzio commemorativo ricorre ormai da molti anni e si protrae per una settimana ai fini di rievocare il dolore e le vittime del genocidio perpetrato in …

La consegna di “Terminator” Ntaganda al Tribunale dell’Aia e il ruolo giocato dal Ruanda

Un sorriso radioso ed un debole per i cappelli da cowboy, ma un soprannome che ricorda la sua vera natura: “Terminator”. Bosco Ntaganda è tornato sotto i riflettori di tutti i media internazionali quando lunedì 18 marzo ha varcato l’ingresso dell’ambasciata americana a Kigali (Ruanda) richiedendo ai diplomatici americani di essere consegnato alla Corte Penale …

Il Kuwait ha scelto (o no) il suo Parlamento?

I primi risultati parlano chiaro: il boicottaggio ha funzionato. Il Kuwait ha scelto (o no) il suo nuovo Parlamento in data 1 dicembre 2012. Questo il risultato: su 50 membri 17 sono esponenti del movimento sciita, 3 sono donne e solo uno rappresenta le più antiche famiglie beduine; i restanti posti sono andati a personalità …

La Palestina all’Onu: vittoria palestinese o sconfitta israeliana?

La sera del 29 novembre l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite votato con schiacciante maggioranza a favore dell’ingresso della Palestina come stato osservatore. Il Presidente Mahmoud Abbas aveva chiesto lo scorso anno un ingresso all’ONU a pieno titolo, ma si è dovuto scontrare con l’immancabile veto statunitense. Quest’anno ha deciso di abbassare il tiro e chiedere …

M23: i soliti ribelli o un movimento strutturato?

Gli avvenimenti nell’Africa dei Grandi Laghi si susseguono velocemente in questi ultimi giorni e, anche oggi, la regione del Nord Kivu è stata teatro di trattative. Alle ore 12 di ieri è scaduto l’ultimatum che il presidente della Repubblica Democratica del Congo, Joseph Kabila, ha imposto al Movimento del 23 marzo.  Nella giornata del 26 novembre …

Torna SU