Category archive

Europa - page 4

Articoli/Europa/Frontiere

Rifugiati: quali sono le responsabilità di Fortress Europe?

In un recente articolo pubblicato sulla piattaforma della società civile ungherese MIGSZOL (Migrant Solidarity Group of Hungary), il professore della Central European University Prem Kumar Rajaram propone alcune idee sulla questione dei rifugiati, tra le quali quella che non sia responsabilità degli Stati trovare una soluzione alla crisi. La sua posizione si può riassumere con il seguente paragrafo: Inquadrare il problema in termini di responsabilità statale crea situazioni nelle quali la vita umana diventa secondaria…

Articoli/Europa/Frontiere

Call for contributions: “Crisi al confine o confine in crisi?”

Il confine è da sempre uno spazio complesso, poroso, permeabile e mutevole in cui una molteplicità di attori interagisce e lo trasforma, attribuendogli significati simbolici a seconda della propria percezione. Nel discorso politico e nel senso comune del cittadino europeo, il confine è diventato l’elemento retorico di tutte le crisi. Oltre a essere il luogo simbolico dell’esercizio dell’egemonia statale, il confine è anche la reificazione dei processi di inclusione ed esclusione dalla comunità, del pietismo…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Autoetnografia di un congresso. Per una ricerca politicamente impegnata

Sin dagli anni settanta molti studiosi delle scienze sociali hanno iniziato ad adottare paradigmi critici, radicati nelle tradizioni  anarchiche, marxiste e femministe. Ormai da decine di anni nelle scienze sociali si propone e si legittima ricerca socialmente e politicamente impegnata (spesso indicata sotto il termine generale di ricerca-azione); si criticano alcune metodologie e le voci che esse riducono al silenzio si riflette sulla negoziazione delle relazioni di potere sul campo, proponendo profili di studiosi a…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Autoetnografia di un congresso. Rischi e virtù della partecipazione rom

Stimolare il dibattito politico, culturale e scientifico attorno alla “questione rom” in Italia e a Torino. Questo era uno degli obiettivi del  convegno Pathways of Roma housing inclusion. Il confronto più ricco è stato sicuramente quello con l’Assemblea Gattonero Gattorosso, di cui fa parte anche una collega della European Academic Network of Romani Studies (EANRS), che ha finanziato l’evento. Gattonero Gattorosso ci accusava, attraverso uno scambio di commenti virtuali, di aver disegnato un programma che…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Autoetnografia di un congresso. Come, dove e perché parlare dei campi rom?

È in un certo senso gratificante riuscire ad organizzare un evento accademico che riesca a stimolare dibattito politico e culturale, entrando, anche se in modesta misura, nella cronaca della città. Con il convegno “Per l’inclusione abitativa dei rom e sinti” siamo forse riusciti in questa operazione, non tanto per nostri meriti, ma per una serie di fattori e situazioni contingenti che oggi vogliamo riconsiderare, provando anche a dire la nostra su una serie di dibattiti politici,…

Articoli/Europa/Governi

Uno spettro si aggira per l’Europa, ma è ancora senza un nome

All’indomani dell’exploit del “No” al Referendum greco, i leader europei che in questi ultimi sette anni hanno imposto con burocratico rigore e cocciuta ostinazione ricette neo-liberiste che – diciamolo apertamente – sono figlie della più diretta tradizione della scuola di Chicago [1], si sono risvegliati sudati e con un groppo in gola. Un popolo, quello greco, che tutti dipingevano come confuso e impaurito, ha reagito con coraggio e passione, raramente visti da altre parti nel…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Sulla falsa specificità della “questione rom”

Questo testo nasce da alcuni spunti e riflessioni maturati in occasione di un convegno recentemente proposto a Torino il 19 e 20 marzo 2015 sugli interventi abitativi rivolti ai rom, in parte già discussi con alcuni colleghi e presentati nella prima parte di questo articolo. Il convegno non è stato solo contenitore e spazio di dibattiti, ma è divenuto esso stesso elemento di discussione nelle sue forme, contenuti e modalità. Inoltre ha stimolato in noi…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Note a margine di un convegno sui rom

Iniziare a scrivere a partire da un foglio bianco, ci crea lo stesso senso di smarrimento che abbiamo provato a volte entrando in un campo rom. Questa sensazione è dovuta alla complessità dei dibattiti che il workshop è stato in grado di stimolare: rappresentanza rom, distanza tra politica e ricerca, politiche dall’alto, politiche dal basso, necessità di soluzioni innovative, di nuove categorie analitiche e nuovi strumenti di intervento. Si tratta di concetti problematici, difficili da…

Articoli/Cittadinanze/Europa

«Come se fossimo extra-terrestri». Storie di rom nell’Italia di oggi

I rom sono capaci di pagarsi un affitto, di vivere in un appartamento e non sono portati culturalmente a vivere come dei senza tetto. A quanto pare gli italiani hanno ancora bisogno che qualcuno si prenda la briga di raccontargli queste cose. I ricercatori lo fanno da tempo e ora ci si son messi pure i registi. In un altro paese un film come “Fuori Campo” ci lascerebbe indifferenti. Usciremmo dal cinema nel freddo, ci fermeremmo…

Articoli/Cittadinanze/Europa

Niente su di noi, senza di noi. Chi parla per i rom a Torino?

Domani e dopodomani (19 e 20 marzo 2015) si terrà presso il Campus Luigi Einaudi dell’Università degli Studi di Torino il workshop “Per l’inclusione abitativa dei rom e sinti. Pratiche e strumenti tra ricerca e policy”. L’evento è finanziato dall’European Academic Network for Romani Studies (EANRS), un’iniziativa congiunta del Consiglio d’Europa e dell’Unione Europea, che consiste in una rete di ricercatori internazionali creata per promuovere la cooperazione tra università, responsabili politici e altri attori (terzo settore…

Ambiente/Articoli/Europa

Il prisma sul terremoto dell’Aquila

Lavinia Tribiani e Zsuzsa Bakonyi sono due giovani fotografe e artiste europee, e tante altre cose. Nell’estate 2013 iniziarono a lavorare assieme a un progetto fotografico sull’Aquila con l’obiettivo di sfidare la memoria a breve termine dei mass-media italiani e raccontare la città disastrata dal sisma durante la notte del 6 aprile 2009. Arrivarono all’Aquila per posare lo sguardo sui destini dimenticati dei suoi abitanti, le loro speranze, la loro quotidianità. Volevano farlo senza cadere nel cliché.…

Articoli/Europa/Governi

“The End of Communism”. Un documentario di Rajini Poselli

Rajini è una giovane studiosa di Cinema, di origine indiana, ma cresciuta e formatasi in Italia, presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2012 Rajini ha trascorso un anno in Romania, nel contesto di un progetto di Servizio Voluntario Europeo, durante il quale ha prodotto un video-documentario sul comunismo in Romania. My Name is Rajini, I’m from Italy, I’m 27 years old, and I am from India. I went to Romania to study Communism. The question…

Torna SU