Category archive

Territorio e ambiente

L’uso dello spazio urbano e rurale, lo sfruttamento delle risorse naturali, le energie rinnovabili e la protezione dell’ambiente

NO TAV tra preghiera e resistenza

Chiomonte, profonda Valsusa. Fissiamo una targhetta in metallo saldata sulla superficie rocciosa di un masso. Il macigno è in parte coperto da uno spesso strato di muschio verde e qua e là sono ben visibili funghi e licheni in procinto di crescere. «Certa la vittoria. Resistere, contrapporsi e battersi. L’esistenza, l’impegno e la passione». Paolo …

Per un Atlante delle “Realtà [R]esistenti”

Gli ultimi anni hanno visto il moltiplicarsi di diverse forme di resistenza nei territori e nelle città: le lotte dei NO TAV, dei movimenti di Bagnoli e di Taranto, o quelle di Venezia contro il Mose e le grandi navi, così come il fiorire di spazi urbani restituiti alla collettività, sono solo alcuni esempi. Molte …

Gentrificazione e terrorismo. Parigi un anno dopo

Risale a poco più di un anno fa la morte di Edward Soja, il geografo e urbanista dell’Università della California, inventore del concetto di “giustizia spaziale”. Il 2 novembre del 2015 Soja, una delle figure chiave della geografia postmoderna e marxista, si è spento, lasciando un grande lutto nella comunità accademica internazionale. Uno dei suoi …

Namasté, Nepal

Novembre 2015. Desolazione. Il paesaggio, a tratti, è quasi spettrale. Fiumi di macerie e calcinacci si sono riversati sul sentiero in terra battuta, seppellendo vite e ricordi. Le assi delle case, marce e spezzate, bucano il cielo come spade affilate. Abitazioni sventrate, distrutte, collassate. Il vuoto. A circa sei mesi dal terremoto che ha colpito …

Shampoo, cioccolata e deforestazione in Perù

Il 19 maggio siamo scesi per le strade di Iquitos per manifestare. Al grido di «los bosques no se venden, los bosques se defienden» in piazza sono arrivate qualche centinaia di persone, soprattutto giovani, universitari, scout, ma anche comitati (come il Comité de Agua, uno dei promotori della manifestazione), cittadini comuni e molti agricoltori di Tamshiyacu, un piccolo …

Investimenti globali e conflitti locali. Call for contributions

Incalzati dalle recenti crisi energetiche e finanziarie, governi, multinazionali e protagonisti della finanza internazionale hanno rinnovato il loro interesse per lo sfruttamento della terra e delle sue risorse attraverso l’aumento di investimenti economici su larga scala. Se da una prospettiva neoliberista questi investimenti rappresentano un adeguato veicolo di sviluppo per le zone più povere del …

Salvatore o vendepatria? Il canale dei dubbi in Nicaragua

Il Nicaragua è il secondo paese più povero del continente americano e nonostante gli sforzi del governo socialista di Daniel Ortega, presidente dal 2007, oltre il 40% della popolazione è sotto la soglia della povertà. Per questo l’ex guerrigliero sandinista propone la costruzione di un gigantesco canale, che, sfidando quello di Panama, dovrebbe portare benessere, …

Aguas de Oro. Una donna contro la miniera

Per arrivare da lei è necessario un permesso di transito, dichiarare il numero del passaporto, la targa del proprio veicolo e mostrare motivazioni convincenti. Si è obbligati a passare per un check-point che ostruisce l’unica strada adatta ai mezzi a quattro ruote. Lì alcuni funzionari di un’impresa privata controllano i documenti con l’autorità che si …

Land grabbing italiano in Senegal: sviluppi di un conflitto occultato

Durante l’ultimo anno WOTS ha collaborato alla stesura di un nuovo rapporto di ricerca sul caso di land grabbing dell’impresa Senhuile: “Senegal: Come si accaparra la terra” (scarica qui il PDF). Il rapporto è stato scritto da ricercatori, giornalisti e attivisti italiani e successivamente pubblicato dai seguenti gruppi italiani, senegalesi e internazionali che da anni lavorano …

Kenya: la scoperta del petrolio e i sogni di gloria

Lodwar è il più grande centro del Turkana, regione che si appoggia ad est sull’omonimo e bellissimo lago, tagliata da una Rift Valley ancora poco profonda, nel nord del Kenya. La regione del Turkana, solitamente considerata dagli abitanti di Nairobi come il posto più remoto e sfortunato dell’universo, è un mondo di terre semiaride e polvere, …

Cuando la permacoltura encuentra tecnologia y tradición

Todo el mundo conoce las bellezas que puede ofrecer México: ruinas Mayas, forestas, mares caribeños y al mismo tiempo desiertos, montañas. Pocos saben que México es muy importante también para la permacultura, la cual se puede definir como un sistema de diseño integral que sirve para implementar asentamientos humanos productivos, de forma sostenible, bellos y que respetan …

La società civile denuncia la Banca Mondiale su terra e povertà

Organizzazioni contadine, gruppi indigeni, unioni sindacali ed altre organizzazioni della società civile, sotto raggruppate nella campagna Our Land, Our Business, richiamano l’attenzione sull’ipocrisia della conferenza annuale della Banca Mondiale su Terra e Povertà. Ogni primavera negli ultimi quindici anni la Banca Mondiale ha organizzato la “Conferenza sulla Terra e la povertà” che mette insieme gruppi …

Torna SU