Aggiungi un posto a tavola. Quattro cene equo-solidali

di

Quattro cene. Quattro  territori. Un solo obiettivo. Questi, sono gli ingredienti principali di una serata, promossa dal Movimento di Cooperazione Territoriale, che si presenta all’insegna della partecipazione e della condivisione. Le cene, che si terranno contemporaneamente nel territorio marchigiano e più precisamente nei comuni di Ostra, Senigallia, Arcevia e Corinaldo, il giorno 15 Novembre, nascono dal comportamento sociale e pro-attivo di attori locali quali associazioni, enti, attività e gruppi informali, che sulla base dalla loro capacità di promuovere, intendono valorizzare le opportunità e diffondere valori e percorsi condivisi di sviluppo territoriale.

Da queste premesse è nato il Movimento di Cooperazione Territoriale (MCT), all’interno del quale i suoi membri condividono i medesimi valori: il rispetto per la Natura,  la Dignità dell’uomo, la Pace, la Solidarietà e la Cooperazione. Da questi principi, emerge l’ambizione dell’MCT, di porsi come soggetto proponente ad una visione del mondo alternativa a quella dominante, attraverso l’individuazione di una via d’uscita diversa, di un punto di vista alternativo.

La linfa vitale del Movimento è perciò riscontrabile nella consapevolezza che siano necessari nuovi modelli di vita basati sulla capacità d’azione, sulla valorizzazione di competenze e saperi specifici di ogni realtà locale, nonché nella promozione e valorizzazione delle piccole realtà territoriali attraverso la creazione di nuovi legami tra le persone.

In quest’ottica, è necessario sottolineare che la tradizionale visione di territorio, come semplice spazio fisico lascia il posto ad una nuova concezione, quella di attore del proprio sviluppo, di soggetto attivo, fonte di risorse materiali e immateriali. Non si presenta più, quindi, come supporto passivo alla varietà dei contenuti fisici, culturali e sociali ma come serbatoio di forze vive ed attrattive. I territori intendono perseguire questi obiettivi a partire dall’instaurazione di rapporti di amicizia e di collaborazione, nel tentativo di avviare eventi di maggiore visibilità e condivisione.

“Aggiungi un posto a tavola” rappresenta il primo tentativo di migliorare la conoscenza reciproca, di far sì che si possa fare rete ed essere quindi più incisivi nel proprio agire, a partire proprio dalla promozione di un menù composto prevalentemente da prodotti biologici di alta qualità, provenienti dalle aziende agricole locali. L’evento vuole essere il punto di partenza per avviare una riflessione volta a ricercare le modalità per sostenere le iniziative, trovare canali adeguati per valorizzare la creatività e l’innovazione e per affermare il valore della responsabilità sociale. I ricavati delle cene, infatti, verranno desinati al finanziamento di una serie di incontri divulgativi il cui tema è quello della crisi in quattro sue declinazioni: economica, democratica sociale e ambientale.

20131115-cena-diffusa-movimento-territoriale

Questi incontri auspicano a promuovere la partecipazione di esponenti appartenenti a movimenti affini e sensibili a tali tematiche quali il Movimento per la Decrescita Felice; la Fondazione Culturale Responsabilità Etica (Banca Etica), nonché esponenti del mondo economico e culturale.

Emerge chiaramente, come quella che il Movimento intende avviare è una vera e propria sfida per il territorio. Una sfida che consiste nella creazione di condizioni affinché  la moltitudine dei diversi soggetti presenti nei territori siano portati ad investire nella cooperazione e nel futuro delle diverse realtà e trovino conveniente partecipare alle dinamiche cooperative.

Foto di copertina di Oscar F. Hevia.

Tags:

Martina Moroni, nata a Senigallia, dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze Internazionali e Diplomatiche e magistrale in Sviluppo, Ambiente e Cooperazione con indirizzo Economia e Politiche dell’Ambiente presso l’Univerità di Torino, si dedica oggi al tema ambientale in tutte le sue evoluzioni, con particolare interesse per le certificazioni ambientali e rifiuti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Articoli

Torna SU