Colf, badanti e il femminismo che non ti immagini

La mobilitazione delle donne ha raggiunto un picco nel 2017. Il movimento #metoo ha rivelato le storture di un sistema patriarcale ancora profondamente radicato in tutto il mondo occidentale. Allo stesso tempo, i dati statistici del #genderpaygap hanno mostrato la persistenza di importanti disuguaglianze tra uomini e donne nel mercato del lavoro. La risposta del discorso …

Un censimento dei rom ci darebbe più informazioni sul governo che sui rom

Un paio di settimane fa il Ministro degli Interni e Vicepresidente del Governo Italiano Matteo Salvini ha annunciato la sua intenzione di creare un censimento dei rom e sinti. L’intenzione, non dissimulata, sarebbe quella di espellere dal territorio gran parte di quanti rientrerebbero in questa categoria etnica. «Gli zingari italiani, purtroppo, ce li dovremo tenere», …

Quando l’amore è violento: il racconto di una sopravvissuta all’abuso domestico

Dopo aver subito un trattamento ingiusto per 5 anni e poi averci riflettuto per più di un anno e mezzo, soltanto ora sono riuscita a raccogliere tutto il coraggio di raccontare al mondo la mia storia. Capisco che rimanendo in silenzio non solo sto accettando l’ingiustizia che mi è accaduta ma sto anche consentendo che …

In Georgia la Chiesa ruba le piazze al movimento LGBTQI+

In oltre 130 paesi, la Giornata Internazionale contro l’Omofobia, la Bifobia, l’Intersessismo e la Transfobia (IDAHOBIT) è un punto di riferimento annuale per denunciare la discriminazione e la repressione che le persone non conformi alle norme di genere socialmente imposte vivono in tutto il mondo. Si celebra il 17 maggio di ogni anno, per commemorare …

Colombia: la pace alle urne

Lucas Carvajal è considerato uno dei volti nuovi delle Farc. Poco più che trentenne e con una passione per la musica metal – anche se, ci tiene a specificarlo, non ama i Led Zeppelin – è stato tra i più giovani componenti del team di negoziatori dell’ex gruppo guerrigliero a L’Avana. È una giornata di …

Orbán contro tutti

Soddisfazione. È questa la parola più inquietante pronunciata dal primo ministro ungherese Viktor Orbán nel corso della campagna elettorale per le elezioni politiche di domani 8 aprile. «Chiederò soddisfazione a chi è contro di me» ha detto letteralmente. Che in un ungherese di un altro secolo può voler dire «avrò la mia rivalsa» o un ben …

Tunisia: donne, taxi e rivoluzione

«Se fossi davvero una prostituta starei a casa durante il giorno e lavorerei la sera, e non come tassista. Quando qualcuno insulta qualcun altro in realtà sta parlando di se stesso… si, mi dicono pute, ma io mi ripeto che la puttana non sono io: è lui, sua mamma, sua sorella». Così mi racconta Amel …

Free floating: verso una nuova cultura della cosa pubblica?

Come successo in alcune città d’Italia, anche a Torino è sbarcato il free floating, le biciclette a noleggio che possono essere lasciate ovunque si voglia. Ne venni a conoscenza attraverso Facebook: un breve conto alla rovescia di pochi giorni, ed ecco apparire le verdi biciclette di GoBee come la novità del momento, un progetto sperimentale …

12 agosto 2014, Erbil, Iraq

Stefano Carini si è trasferito in Iraq nel maggio 2014 per lavorare con la prima agenzia fotografica del Paese. Nonostante l’avanzata ISIS, è rimasto sul territorio per altri 18 mesi. L’estratto del libro “La Donna, la Luna, il Serpente” – che oggi vi presentiamo – è il risultato del suo lavoro di documentazione. Da quanto tempo …

Per chi vuole sparare: in un film la Torino di Porta Palazzo

Nel film Per chi vuole sparare di Pierluca Ditano il mondo di Porta Palazzo, a Torino, porta con sé i colori e gli umori delle primissime ore del mattino: è in quel momento che Peppino e i suoi amici si spostano, operosi, con i loro carretti per la piazza. Spetta a loro, infatti, trasportare la …

Le periferie nel centro: riflessioni sul mercato di Porta Palazzo

Ogni giorno, a Torino, viene montato e smontato il mercato all’aperto più grande di Europa. Inizia così il documentario di Pierluca Ditano, dedicato a Porta Palazzo e alle sue genti, quelle di ogni giorno e non di passaggio. Per chi vuole sparare narra la storia di Peppino, carrettiere meridionale all’ombra del mercato e al suo …

Cartografia critica: verso una nuova costruzione sociale dello spazio

Fin dalla loro genesi, le carte geografiche possono essere considerate come la trasposizione grafica dei rapporti di potere. E spesso sono state messe al servizio dei potenti come strumenti per controllare ed espandere le proprie sfere d’influenza. Oggi le carte geografiche sono globalmente accessibili, anche gratuitamente su internet. Nonostante questo, è importante tenere conto del fatto …

1 2 3 14
Torna SU